Grandi notizie su Il Giornale di venerdì scorso!

Giuseppe De Lorenzo ci informa:

- che il nostro amico Khalid Chaouki, compare in un dossier del ministero della Difesa sul radicalismo islamico;

- che Khalid è citato tra i «leader e figure sociali radicali» nello studio realizzato da Michele Groppi per aver “sponsorizzato” nel 2013 su Facebook una canzone di un rapper marocchino;

-che «lo studio è stato condotto interamente sulla base di fonti pubbliche, prelevate da testate giornalistiche e siti web» (!)

Poi Michele Groppi ci spiega, sempre su Il Giornale in un articolo ora oscurato che si può leggere qui:

- che c’è stato un fraintendimento perché Khalid “non è un estremista e anzi è uno di quelli che lotta contro tutte queste cose”;

- che quell’episodio è stato segnalato solo come postilla ma lungi da me considerare Chaouki un radicale";

- …che al mercato mio padre comprò!

Buon Natale Khalid!

Buon Natale a te, a tua moglie Khalida e ai tuoi figli Adam e Ilyas.

Sappiamo che la tua fede nell’Islam convive serenamente con il tuo essere cittadino italiano, il tuo impegno di deputato e la cultura e la tradizione di questo paese.

Possiamo augurarti Buon Natale sicuri che nessuna sensibilità sarà ferita e nessuna cultura ne soffrirà, perché le culture e le religioni servono a capire noi stessi e a capirci tra noi e quando non succede qualcuno le sta tradendo.