Archive for tag: Islam

Buon Natale Khalid Chaouki, “leader islamico radicale”...

scritto da Amedeo Piva il 14/12/2015 in Islam, Khalid Chaouki | lascia un commento

Grandi notizie su Il Giornale di venerdì scorso!

Giuseppe De Lorenzo ci informa:

- che il nostro amico Khalid Chaouki, compare in un dossier del ministero della Difesa sul radicalismo islamico;

- che Khalid è citato tra i «leader e figure sociali radicali» nello studio realizzato da Michele Groppi per aver “sponsorizzato” nel 2013 su Facebook una canzone di un rapper marocchino;

-che «lo studio è stato condotto interamente sulla base di fonti pubbliche, prelevate da testate giornalistiche e siti web» (!)

Poi Michele Groppi ci spiega, sempre su Il Giornale in un articolo ora oscurato che si può leggere qui:

- che c’è stato un fraintendimento perché Khalid “non è un estremista e anzi è uno di quelli che lotta contro tutte queste cose”;

- che quell’episodio è stato segnalato solo ...

Leggi tutto

Abituarsi all’orrore? Non lasciamo decidere ad altri sulla nostra sensibilità

scritto da Amedeo Piva il 23/11/2015 in rifugiati, terrorismo, Islam | lascia un commento

L’idea di “normalità” che ci ostiniamo a perseguire non contempla che qualcuno entri in un teatro e si metta a sparare agli spettatori, prenda in ostaggio gli ospiti di un albergo o si faccia esplodere in un mercato. Ecco allora che, giustamente, siamo sconvolti e ci rifiutiamo di considerare tutto questo “normale”.

Non ci sconvolge più che migliaia di disperati affondino nel mare (ma i primi ci sconvolgevano), che bambini morti si arenino sulla spiaggia (ma i primi ci sconvolgevano), che un drone distrugga un ospedale con medici e malati e cortei di nozze vengano scambiati per pericolosi terroristi (ma prima ci sconvolgevano). Consideriamo tutto questo “normale”? No, certo, ma ci siamo abituati.

Riusciamo ad abituarci quasi a tutto: è il nostro modo di difenderci, di soffrire di meno. Se necessario, riusciamo ad abituarci a perdere la vista o l’uso delle gambe, a vivere con ...

Leggi tutto

Parigi, reagire solo con la paura è un lusso che non possiamo più permetterci

scritto da Amedeo Piva il 18/11/2015 in frontiere, terrorismo, Isis, Islam, Parigi, Religioni, Salvini, Gasparri | lascia un commento

Venerdì a Parigi, giovedì a Beirut, mercoledì a Kabul… (per fermarci alla settimana scorsa). I morti sono morti. Le lacrime francesi valgono forse più di quelle libanesi o di quelle afghane? Certamente no.

E allora perché quelle francesi bruciano di più?

I morti di Parigi ci fanno più paura solo perché sono più vicini, perché li percepiamo più simili a noi, come noi. Ci sentiamo più insicuri, più esposti, più fragili e la paura diventa la misura dell’indignazione, la misura della rabbia.

La paura è un sentimento legittimo e comprensibile, ma non è amica della ragione e i conflitti si risolvono capendone le cause, non reagendo visceralmente alle conseguenze. Che senso ha urlare “ci hanno dichiarato guerra”, “bombardiamoli”, “blindiamo le frontiere” se non sappiamo neppure dare un nome e una identità a “chi” ci ha dichiarato guerra, se non sappiamo “dove” andare ...

Leggi tutto