Archive for tag: rifugiati

Dublino vs. Schengen: la logica del recinto contro quella della realtà

scritto da Amedeo Piva il 25/01/2016 in immigrazione, rifugiati, Schengen, Regolamento Dublino, Europa, Libera circolazione | lascia un commento

Venerdì scorso al forum di Davos il direttore del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, ha affermato: “Sulla crisi dei rifugiati l'Unione europea si gioca la sopravvivenza stessa del trattato di Schengen”, la convenzione che da più di vent’anni ci consente di girare liberamente, senza controlli alle frontiere, in una vasta area che comprende oggi 26 paesi europei.

Ma la convenzione di Schengen è qualcosa di più di un simpatico sistema per non fare file alle frontiere e spostarci tra Roma, Berlino e Parigi come se andassimo da Milano a Bari o da Corviale a Pietralata, è un accordo che - oltre a far risparmiare tempo e soldi a milioni di persone - costituisce la simbolica affermazione della logica dell’apertura e della condivisione su quella della chiusura e del controllo. La logica che non nega i rischi, ma scommette sul fatto che le opportunità siano maggiori dei rischi stessi. ...

Leggi tutto

Abituarsi all’orrore? Non lasciamo decidere ad altri sulla nostra sensibilità

scritto da Amedeo Piva il 23/11/2015 in rifugiati, terrorismo, Islam | lascia un commento

L’idea di “normalità” che ci ostiniamo a perseguire non contempla che qualcuno entri in un teatro e si metta a sparare agli spettatori, prenda in ostaggio gli ospiti di un albergo o si faccia esplodere in un mercato. Ecco allora che, giustamente, siamo sconvolti e ci rifiutiamo di considerare tutto questo “normale”.

Non ci sconvolge più che migliaia di disperati affondino nel mare (ma i primi ci sconvolgevano), che bambini morti si arenino sulla spiaggia (ma i primi ci sconvolgevano), che un drone distrugga un ospedale con medici e malati e cortei di nozze vengano scambiati per pericolosi terroristi (ma prima ci sconvolgevano). Consideriamo tutto questo “normale”? No, certo, ma ci siamo abituati.

Riusciamo ad abituarci quasi a tutto: è il nostro modo di difenderci, di soffrire di meno. Se necessario, riusciamo ad abituarci a perdere la vista o l’uso delle gambe, a vivere con ...

Leggi tutto